Tiziana  Alterio
Candidata  Europee  2019
Movimento 5 Stelle

Collegio elettorale - LAZIO, MARCHE, UMBRIA, TOSCANA

Ho viaggiato in molti Paesi del Sud del Mondo e ho potuto osservare come le multinazionali e le lobby della finanza stanno distruggendo le economie locali e calpestando i diritti fondamentali dell'uomo. Il grande capitale neoliberista ha nel mirino tutti noi, i cittadini, e quel che è più grave il nostro pianeta.

Queste logiche perverse e distruttive agiscono anche in Europa attraverso burocrati che eseguono in modo disumano la volontà delle lobby oligarchiche. Li abbiamo lasciati fare, ma ai nostri figli che mondo stiamo consegnando?

Voglio lavorare in Europa per cambiare rotta e insieme possiamo farlo!
Lo dobbiamo a noi stessi e al Paese più bello al mondo, l’Italia.


La crisi dell'Europa
e la Rinascita mediterranea
che ci salverà 


Vuoi partecipare attivamente alla Campagna?

Se sei nel Collegio elettorale Centro Italia (LAZIO, MARCHE, UMBRIA, TOSCANA)
e vuoi attivarti sul territorio entra in contatto con il mio Gruppo di lavoro.

>> CLICCA SUL PULSANTE SOTTO E REGISTRATI <<

Impegniamoci insieme!
50% Complete

Registrati con la tua Email per sostenere il mio impegno in Europa.

Noi proteggiamo la tua Privacy

Giornalista e autrice di libri d’inchiesta.

Ho viaggiato come reporter in Africa, Asia, Sud-America e mondo arabo ma la mia attenzione è da sempre rivolta, soprattutto, ai Paesi Mediterranei e del Sud Europa e ho fondato e diretto per 7 anni la testata giornalistica ilmediterraneo.it. Ho lavorato in passato sia a Rai3 che a Mediaset ma ho poi scelto una strada indipendente amando più la libertà di seguire, in modo autentico, il mio lavoro di giornalista che essere all’interno di un sistema per me troppo strutturato.  

Sono laureata in Giurisprudenza con 110/Lode alla Federico II di Napoli e da molti anni approfondisco temi legati alle politiche dell’UE.

Sono una ferma oppositrice del pensiero unico dominante, quello capitalista occidentale che si basa sulla competizione spietata e che tutto rende uguale a se stesso.   Sostengo la Rinascita Mediterranea delle Comunità e delle Economie Locali che, al contrario, promuove la cooperazione e la solidarietà tra gli esseri umani, valori della nostra identità mediterranea.  Nel 2017 sono stata referente per l'Italia del Nesi Forum (Malaga), il Primo Forum Mondiale sulla Nuova Economia e l’Innovazione Sociale.

Ho incontrato e intervistato negli ultimi 3 anni pensatori e visionari di nuovi modelli di società, come Christian Felber (Economia dei Beni Comuni), Gunter Pauli (Blu Economy), Helena Norberg_Hodge (Economia della Felicità), Joan Melè (Fondatore Banca Etica America Latina), Serge Latouche (Movimento per la Decrescita Felice) e molti altri.

Ho scritto i libri d’inchiesta La Guerra Silenziosa (2016), Colpo di Stato (2018) insieme al giornalista Franco Fracassi e I Conquistatori (2019) insieme anche ad Elio Lannutti (senatore M5S). Questi ultimi due presentati al Senato con la partecipazione di Nicola Morra, Gianluigi Paragone, Carla Ruocco, Daniele Pesco, Alessio Villarosa, Primo Di Nicola, Alberto Bagnai e Antonio Rinaldi. 

Dal 2013 sono attivista del M5S poiché sono convinta che il momento storico richiede una forte e coraggiosa partecipazione politica attiva. Seguo dal 2013 il Tavolo Politiche Europee di Roma e ho fondato il Tavolo Nuova Economia.

Vivo insieme a mio marito, a mio figlio e al nostro cane Dalma a Trevignano Romano, un luogo in cui la bellezza riempie ogni giorno il nostro sguardo anche se, da donna del sud, ho nostalgia della mia terra e del mio mare, il cui richiamo è sempre vivo nel mio cuore.

I LIBRI CHE HO SCRITTO

La Guerra silenziosa (2016)

Un contributo alla conoscenza su quanto le politiche di austerità imposte dall’UE, insieme alle logiche neoliberiste, stiano portando al collasso le economie del Sud Europa. Un libro che offre spunti di riflessione anche su un possibile Nuovo Rinascimento Mediterraneo.

Colpo di Stato (2018)

In Grecia si sta svolgendo il più grande esperimento sociale della storia. I campioni dell'austerità stanno applicando alla lettera le teorie del neoliberismo su un Paese sviluppato. Tutto ciò è stato possibile grazie a un vero e proprio Colpo di Stato ordito in un giorno di mezza estate.

I Conquistatori (2019)

La tragedia del ponte Morandi c'è l'ha mostrato: il processo delle privatizzazioni è stato disastroso per gli italiani e un vero affare per imprenditori, banche e multinazionali. Dal 2008 il treno delle privatizzazioni ha visto un'accelerazione: Italia, Grecia, Portogallo e Spagna in svendita a tedeschi, francesi, arabi, inglesi, americani, cinesi. Una conquista moderna in cui i vincitori prendono possesso dei vinti colonizzando interi Stati.


IL MIO IMPEGNO
PER UNA NUOVA EUROPA

Avevo 20 anni quando nacque l’UE così come la conosciamo oggi. Era la realizzazione di un sogno per il quale i miei nonni avevano combattuto, un’Europa di pace e prosperità.

Dopo 25 anni quel sogno è stato tradito da un’Europa di burocrati che ci ha consegnato ingiustizia sociale, austerità, povertà e diritti fondamentali vilipesi.

Voglio riprendere quel sogno affinché i nostri figli possano lavorare dove sono nati senza essere costretti ad emigrare, affinché le nostre piccole e medie imprese, i nostri agricoltori, allevatori, pescatori e artigiani sentano la politica europea come loro alleata, e non come un nemico.

Voglio lavorare per un’Europa Mediterranea che abbia lo stesso peso e lo stesso rispetto dell’Europa del Nord. Per farlo dobbiamo avere tutti il coraggio di ritrovare le nostre origini e la nostra identità mediterranea, la nostra forza. Se lo faremo, l’Italia sarà la scintilla di una Rinascita Europea che indicherà un nuovo modello di società, più umana e solidale.

Sarà difficile tutto questo, lo so. Sarà un’impresa difficilissima, ma il mio impegno sarà massimo. Sono convinta che abbiamo bisogno di competenza, di umanità, di coraggio, perché le sfide sono grandi. Abbiamo una grande opportunità e dobbiamo farlo per noi stessi e per i nostri figli.

            Ecco le mie battaglie in Europa!

  • FINE DELL'AUSTERITA'

    L’austerità imposta all’Italia ci ha resi tutti più poveri e non ha ridotto il debito pubblico. Tagliando risorse agli ospedali, alle scuole, ai servizi pubblici il peso delle politiche di rigore è stato interamente sopportato dalle famiglie.

    Il mio impegno è lavorare alla modifica dei provvedimenti che hanno impoverito gli italiani e avviare politiche espansive escludendo dal calcolo del deficit gli investimenti pubblici produttivi nei settori dell’istruzione, ricerca, sanità, sicurezza e infrastrutture. Lavorerò affinché tutti i Paesi, compresa la Germania, rispettino le regole e non sforino i limiti europei dell’Export che penalizza le nostre esportazioni.

  • LOTTA AI PARADISI FISCALI DELLE MULTINAZIONALI

    L’UE ha un sistema fiscale terribilmente ingiusto. Grandi multinazionali scelgono paradisi fiscali che spesso sono Paesi della stessa Ue. L’Italia ha perso 6,5 miliardi, soldi che se fossero stati investiti nell’assistenza pubblica avrebbe ridotto le spese per le cure del 28%.

    Il mio impegno è lavorare affinché le tasse vengano pagate dove si fanno i profitti, restituendo ai cittadini italiani ciò che gli spetta.

  • TUTELA DEL MADE IN ITALY

    Il marchio “Made in Italy” è il 3° marchio più conosciuto al mondo e, per questo, il giro di affari del mercato della contraffazione dei prodotti italiani non conosce limiti: vale 32 miliardi di euro. Le nostre aziende manufatturiere hanno perso 24 miliardi di introiti e nell’agroalimentare 2 prodotti su 3 sono falsi.

    Il mio impegno è lavorare per contrastare la contraffazione attraverso l’aumento delle multe e delle pene e attraverso l’obbligo dell’etichettatura, oltre al contrasto dei Trattati Commerciali che penalizzano i nostri prodotti.

  • TUTELA DEGLI IMPRENDITORI, AGRICOLTORI, ALLEVATORI, PESCATORI e ARTIGIANI

    La globalizzazione dei mercati ha distrutto le nostre economie locali.  Piccoli agricoltori, allevatori, artigiani, PMI, sono stati aggrediti dalla forza economica delle multinazionali. La politica, che avrebbe dovuto tutelare i cittadini, non ha saputo porre limiti.

    Il mio impegno è lavorare per una NuovaEconomia più umana che rafforzi le Comunità locali. Un ritorno alla qualità dei prodotti e alla salvaguardia della natura e della biodiversità. Lavorerò per riformare la PAC (politica agricola comuna) e per dare forza agli agricoltori, allevatori, artigiani e alle piccole e medie imprese, la vera ricchezza dell’Italia.

  • STOP OGM E PESTICIDI

    Negli ultimi 5 anni la Commissione Europea ha autorizzato ben 34 prodotti transgenici alimentari, tra cui il glifosato, volute da multinazionali come la Monsanto e la  Syngenta. Nel 2015 l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro aveva definito il glifosato come probabilmente cancerogeno per l’uomo.

    Il mio impegno è lavorare per l’applicazione del principio di precauzione e che il glifosato venga bandito senza se e senza ma.

  • SALARIO MINIMO EUROPEO

    E’ inaccettabile che tra gli stessi Paesi Europei ci sia una concorrenza spietata che porta le multinazionali a delocalizzare l’attività dove il lavoro costa meno. I nostri concorrenti più aggressivi  sono Paesi dell’UE, come la Polonia, la Romania, la Lettonia.

    Il mio impegno è lavorare per un salario minimo europeo che servirebbe ad evitare la delocalizzazione delle imprese e a riconoscere ai lavoratori il diritto ad una retribuzione equa per una vita dignitosa.

  • PIU’ POTERI AL PARLAMENTO EUROPEO e REVISIONE DEI TRATTATI

    Il Parlamento Europeo non ha potere di iniziativa legislativa che è invece prerogativa della Commissione Europea e del Consiglio Europeo, organi che impongono la linea politica facendo il più delle volte vincere la legge del più forte.

    Il mio impegno è lavorare per un’Europa realmente democratica, per un Parlamento Europeo che possa avere iniziativa legislativa. E’ necessario e urgente rivedere anche i Trattati Fondativi dell’UE che ad oggi sono impostati sul modello neoliberista che dobbiamo superare. Per me questa è la battaglia prioritaria!

  • MIGLIORE GESTIONE DEI FONDI EUROPEI

    L’Italia è uno dei contributori netti dell’UE, cioè versa nelle casse Europee più di quanto riceve. Nel 2017 abbiamo versato 13,8 miliardi ricevendone 9,5 di fondi europei, lasciando ben 4,3 miliardi all’UE. Ma il problema dei Fondi riguarda anche la capacità progettuale e gestionale degli operatori e dunque l’Italia in questo non eccelle, poiché mancano le strutture idonee e le competenze necessarie per assistere gli imprenditori, le strutture pubbliche e i cittadini nella presentazione dei progetti.

    Il mio impegno è lavorare affinché si possa supportare le imprese, gli Enti pubblici e i cittadini in tutte le fasi, dalla progettualità alla rendicontazione, attraverso sportelli territoriali.


FOTOSTORY

Alcuni momenti della mia vita personale, i viaggi nei Paesi del mediterraneo e nel resto del mondo, la presentazione dei libri e l'impegno come attivista del Movimento 5 Stelle dal 2012.

DONA ORA E SOSTIENI LA MIA CAMPAGNA <<
(mandatario M5S: Lorella Aquilani, studio AM)

***  RICARICA POSTEPAY Evolution ***
numero carta 5333 1710 8203 6191 - scadenza 08/24
Iban: IT25B3608105 138207920207928

*** OPPURE INVIA DONAZIONE CON PAY PAL***

DONA ORA